Care mamme sognatrici,

vi chiederete perché mai sia venuto in mente PURE a me, in un mondo ormai stipato di mamme blogger, di aggiungere il mio prezioso contributo al settore.

Per condividere le mie esperienze con voi, per testimoniare la mia vita, per raggiungere tanti like e ottenere magari qualche banner pubblicitario che mi dia una mano economica??? Macché, mica per questo!

b'n'b2

La verità, care mamme sognatrici, è che questo blog è UN’OTTIMA SCUSA. 😉

Ad esempio, ho voglia di farmi un giro di shopping in centro? D’ora in poi non sarà certo per fare un giro di shopping in centro che io affiderò i miei cari Omìni alle mani amorevoli del loro papà o, più verosimilmente, della mia mamma. Ma PER IL BLOG.

– Sai amore, devo fare un post su Vuitton per le mie amic… ehm… per le mie 20… mh… MILA follower. È PER LAVORO. Mi terresti i cari Omìni questo pomeriggio?

vuitton

– Senti mamma, devo assolutamente andare a vedere l’ultimo stand IKEA e, se avanza tempo, toccare con mano i nuovi prodotti Maison Du Monde. Sai, è PER IL BLOG. Le mie amic 30 MILA follower aspettano con fervore i miei consigli di design. Sai, sono una influencer, io. Mica posso deluderle.

Ora, diciamoci la verità, questo non è un ottimo motivo per aprire un blog?

Perché non ve lo aprite pure voi, se ancora non ce l’avete?

E, se volete partecipare a una buona causa, mettete pure un like sui miei social, così contribuirete a implementare lo scarsissimo tempo libero di una mamma di due. Ah, già, devo ancora aggiungere i miei social.

E voi? Quali sono i vostri escamotage per guadagnarvi qualche ora libera? Se mi deste qualche altra idea, la apprezzerei moltissimo.

 

 

 

4 comments on “Ma insomma, non ci bastavano le altre mamme blogger?”

  1. Bellissima la presentazione! ti sueguo su Istagram e stamattina sono venuta subito a curiosare. Io consigli non ne ho posso solo imparare da te qualche trucchetto. Ebbene anche io ho aperto il mio blog, e perchè io non posso averlo un blog ho detto a mio marito? Ma non sono fortunata come te, è lui che mi sgrida se “perdo tempo” a fotografare o girare un video lasciandogli il piccolino per più di 15 minuti. Mi sono beccata più di una volta il rimprovero “tu non hai tempo di fare queste cose”, ma siccome per me è una questione vitale altrimenti scoppio, sarò anche lenta a pubblicare, ma il blog non lo abbandono è come un terzo figlio e ci tengo troppo. Se poi un giorno riuscirò ad ottenere qualche risultato apprezzabile con tantimila followers (magari) sarà alla faccia di tutti quelli che mi ridono in faccia, che mi dicono di lasciar perdere etc. Tanta tanta fortuna !!!!

    • Carissima mamma imperfetta, anch’io avrò qualche difficoltà a pubblicare regolarmente, temo, perché con un altro lavoro, una casa, due piccoli Omini, e Amore che è sempre super incasinato, la veggo buia. Ma anch’io ho bisogno di scrivere, se no do di matto. E francamente non so proprio perché mi sia venuto in mente solo ora di aprire un blog, perché mi sembra una meravigliosa via da percorrere per chi ama scrivere e condividere le proprie emozioni. Ma io ho i miei tempi e ho realizzato solo ora che potevo intraprendere questa strada. Meglio tardi che mai. Grazie di cuore per l’incoraggiamento, non ti potrò più scordare perché sei la prima in assoluto a commentarmi. Verrò presto a trovarti online! Grazie!

  2. Sí, lo ammetto sono una mamma e ho un blog…. Ehm un’ottima scusa per prendermi un pochino di spazio in una vita super incasinata! Tra un lavoro (la farmacista), una meraviglia di 16mesi (Sofia) e un Amore (Marco) che invece mi ha spronata ad aprire il blog ! Che sia terapeutico tutto questo scrivere?! Potremmo dedicargli un post!

    • Ciao Martina!
      Oh, assolutamente sì! Scrivere è terapeutico. Al di là di tutte le sciocchezze, al di là del fatto che davvero ogni tanto è una buona scusa, scrivere rappresenta il momento in cui io sto sola con me e tu sola con te, vero?
      Io pure ho un lavoro (la redattrice), due meraviglie (Rebecca di quasi 6 anni e Gabriele di 4 e mezzo) e un Amore (Marco!!!) che invece sostiene che non ho un blog ma un blob, perché mi ha imblobbata in questa bolla di sapone. Che però mi fa sorridere molto di più, quindi ben venga!
      Viva le folli, profonde e un po’ svampite mamme blogger!!!
      Grazie e a presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.