estate

I miei piccoli Omini esagitati dal caldo estivo – che a me mi ammazza e a loro li accende come stelle supernove – mi insegnano sempre un sacco di cose utili che dovrei appuntarmi.

La sabbia a mezzogiorno, per esempio, brucia come i carboni ardenti, ma se sai che in fondo c’è il mare neppure te ne accorgerai.

Battere i sassi su altri sassi è una delle più alte forme di meditazione (e io che pensavo fosse rumore molesto).

Abbiamo avuto origine dall’acqua e all’acqua dobbiamo tornare. E la sua temperatura mica importa. Che sia un brodo bollente d’estate o neve ghiacciata d’inverno.

Non è mai troppo il lavoro che si impiega per costruire un castello di sabbia. Durasse anche pochi minuti, per un po’ è stato un vero castello.

– Il Liuk della Algida è un super cibo. Ha tutti i macro e micronutrienti di cui un essere umano ha bisogno, più svariate vitamine dalla A alla Z, sali minerali ed enzimi indispensabili alla sopravvivenza. L’avessi capito prima, mica mi sarei sbattuta tanto a cucinare bio.

Il mare non stanca affatto e una buona giornata estiva ricca di bagni e solleone ti dà la giusta carica per affrontare una serata al Luna Park.

I gonfiabili sono indispensabili allo sviluppo cognitivo del tuo bambino. Devi imparare a schivare – in frammenti di nanosecondo – biglie impazzite incarnate in mini esseri umani che ti rimbalzano intorno, per preservare la tua incolumità.

Il gioco nutre più del cibo. Si può stare mezza giornata senza mangiare, ma neppure cinque minuti senza giocare.

Senza braccioli is the new black. Quindi, se prima non potevi perderli di vista un secondo, ora devi infilarti in mezzo alla fronte un magnete con carica negativa come terzo occhio, e uno con carica positiva devi infilarlo nel costume fluo dei tuoi figli.

I costumini fluorescenti non sono moda, sono sopravvivenza: servono a individuare i fuggitivi in mezzo alla folla. E li vorrei polarizzati, prima o poi, per adattarli ai vari tipi di meteo.

L’energia dei bambini è inversamente proporzionale alla tua: più tu sei moribonda e vorresti buttarti faccia a terra nella sabbia per dormire come uno struzzo, più aumentano le tacche della loro batteria vitale.

Ma tranquille e keep calm, che siamo già a metà agosto.

PS L’articolo lo finisco seduta sul wc, che si sono appena svegliati. Così mi lasciano in pace. (O no?)

(Se ti piacciono i miei post, lasciami un like sulla pagina Facebook e mi aiuterai a sopravvivere all’estate!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.