carrie-and-i

Care mamme sognatrici,

ma cosa c’entra la fabulous Carrie Bradshaw di Sex and the city con il mio blog personale?

C’entra, c’entra. Carrie c’entra sempre un po’, nella mia vita. Entra ed esce, arriva e se ne va. Senza troppo cercarla, lei ogni tanto fa capolino e mi strizza l’occhio.

1. LA STANZA DI SEX AND THE CITY

Anni fa vivevo a Roma, in un appartamentino zona San Giovanni con quattro favolose ragazze. Ognuna aveva la sua stanza e condividevamo un minuscolo bagno e una minuscola cucina.

Io sono metà veneta, un quarto piemontese e un quarto laziale, ma sono nata e cresciuta in Piemonte. E, da piemontese, all’inizio ci ho messo un attimo ad aprire me stessa alla limpida, centro-meridionale fiducia delle mie coinquiline (provenienza Latina, Isernia e Frosinone). All’inizio chiudevo a chiave la porta di camera mia quando tornavo a Torino. Ma è stato un attimo! Poi mi sono immersa beatamente nell’atmosfera di sorellanza.

stanza

Così ogni sera, quando ognuna rientrava a casa dalla propria giornata di studio o lavoro, ci si trovava nella stanza di Francesca, la camera più strettina, a fare salotto. O in quella di Lucia per le confidenze da ragazze. E la mia stanza, invece, era quella dove si guardava tutte insieme, soprattutto con Raffaella, Sex and the City!

Poi naturalmente ci si affibbiavano soprannomi e caratteristiche dei vari personaggi. Io ero a metà tra Carrie, quella che scrive, e Charlotte, quella un po’ salama con gli occhi foderati di rosa.

2. IL PROVINO

A Roma mi è capitato, un giorno, di fare un provino per Sky (com’è andato? Ehm…) e, tra le domande della mini intervista, c’era la seguente:

– Ah, tu scrivi? Ti riconosci un pochino nel personaggio di Carrie Bradshaw?

Eh sì, certo. Certo che mi ci riconosco un po’. Soprattutto nelle domande finali con cui Carrie termina ogni articolo della sua rubrica, avete presente? Mi riconosco un po’ anche in Gigi Marzullo, infatti.

3. NEW YORK CITY

Carrie vive nella città che non dorme mai. Io sono una che dormiva, e anche parecchio, quando poteva, ma nei miei sogni americani di adolescente c’era, prima di ogni altro posto, New York City.

New York 99

E New York è stata infatti la mia prima America. 1999. Prima ancora che Sex and the city si diffondesse anche in Italia. Ma già c’era in America, dove la prima puntata è andata in onda il 6 giugno 1998, canale HBO. E a settembre ci torno con gli Omìni, che felicità! NYC, 17 anni dopo.

New York, che posto incredibile. Giungla d’asfalto, possibilità infinite, LIBERTÀ. La libertà di scendere in pigiama giallo canarino con mega rana stampata davanti e giacca di pelle nera a prendere la pizza. Tanto chi ti guarda, lì? Cos’è strano a New York? Anche a Roma mi sono sentita più libera. Qui invece, nelle piccole cittadine di provincia, ti guardano strano per qualunque cosa. Inizio a fregarmene, però.

4. IL PROFUMO DI SARAH JESSICA

Prima dei trent’anni ho vissuto un paio d’anni in Texas. Mi è capitato di fare vari lavori, tra cui ricerche di mercato per una compagnia di Dallas. E cosa credete mi sia capitato di testare in un focus group, in un’assolata giornata texana? Il profumo di Sarah Jessica Parker!

Mi è stato recapitato a casa un campioncino di fragranza, con il compito di testarlo ogni giorno e compilare una scheda prodotto con sensazioni e osservazioni personali. Il quinto giorno mi sono poi recata a Dallas, presso la compagnia di ricerche di mercato, per confrontarmi con le altre tester.

Per l’aspirapolvere, invece, non mi hanno ritenuta idonea. Mi intervistassero adesso, potrebbero ritenersi più che soddisfatti. Ora so ben più di aspirapolvere che di fragranze femminili.

5. SARAH JESSICA PARKER

E veniamo infine a lei, alla fantastica Sarah Jessica Parker che interpreta la nostra adorata Carrie. Che diva meravigliosa, la vera diva della porta accanto. Non convenzionalmente bella, ma sa essere bellissima. Strafiga quando è tutta tappata, ma si sveglia con le occhiaie la mattina. Una come noi, che ci riconosciamo in questa donna semplice eppure straordinaria, in questa bellezza normale, che sa essere stupenda o passare inosservata quando le va così.

E voi, care mamme sognatrici, in quale personaggio di Sex and the city vi riconoscete? E in quale vi rivedono le vostre amiche?

 

4 comments on “Cinque buoni motivi per chiamarmi sognavocarriebradshaw.com”

    • Anche tu? Non è meraviglioso SATC? Io poi amo New York alla follia, quindi per me è il top!
      A breve scriverò alcuni post su New York, ci sono tornata quest’estate coi miei bimbi!
      Grazie di cuore,
      a presto.
      🙂 S

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.